Sono molto orgoglioso, specialmente adesso che una legge sull’omofobia (ma che in realtà non riguarda solo questo) sta finalmente passando in parlamento e forze reazionarie stanno cercando di impedirlo, di Triangoli Rosa, un pezzo su discriminazione e bullismo che ho co-scritto con Edbarbanera. Andrea Dell’Olio e Dario Lastrucci.


Testo

Ciao mamma, ciao papà
Vi scrivo una lettera
Ho perso i miei vent’anni
Rinchiuso dentro i bagni
E nessuno lo sa
Mamma non piangere
Non è certo colpa tua
Papà stringimi forte e
Non lasciarmi andare via

Oh oh oh oh
Oh oh oh oh
Siamo i triangoli, triangoli rosa
Bastardi di Adamo e della sua sposa
Angeli alati gettati nel mare
Fuori dal limbo da narcotizzare
Siamo i triangoli rosa
Un figlio, un amico, un triangolo rosa

C’è un ragazzo qui in città
La bestia di sodoma
Da tutti accusato di essere malato
Nell’anima
Nel buio la notte
Una voce lo sfotte
Lui canta viva la libertà
Chiuso a chiave in camera

Siamo i triangoli, i triangoli rosa
Bastardi di Adamo e della sua sposa
Il simbolo d’odio sulla giacca è la storia
Di un uomo di cui nessuno ha più memoria
Siamo i triangoli rosa
Un milite ignoto che adesso riposa

Dov’è quel Dio che dice di amare
Ave oh Maria non sono un peccatore
Fanculo a sto mondo che non mi vuole
Picchiato e insultato
Fino a farmi cadere
Nel mio stesso sangue
Mi rialzo e combatto

Oh oh oh oh
Oh oh oh oh
Siamo i triangoli, triangoli rosa
Bastardi di Adamo e della sua sposa
Angeli alati gettati nel mare
Fuori dal limbo da narcotizzare
Siamo i triangoli rosa
Siamo i triangoli rosa
Un figlio, un amico, un triangolo rosa
Fratello, un amante, un triangolo rosa


Crediti

Musica composta ed eseguita da Edbarbanera (Edoardo Lazzoni), Paolo Cognetti, Andrea Dell’Olio, Dario Lastrucci

Registrazione, mix e master: Soundscape

Distribuzione digitale: Distrokid

Management: Andrea Canavesio